first_image

Ultime notizie

  • MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 11 MARZO 2008 N. 3 SULLA RIFORMA DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLE ATTIVITA' COMMERCIALI

    REGIONE LIGURIA
    Il presente disegno di legge persegue la finalità di preservare e incrementare la rete distibutiva in ambiti territoriali sofferenti quali i Comuni dell'entroterra ligure, a rischio di abbandono, riconoscendo il particolare valore sociale che in questi territori assume la presenza di piccole imprese commerciali.
    Per perseguire tale obiettivo, il DDL prevede apposite misure agevolative, dirette alla creazione o alla trasformazione, qualificazione, specializzazione di piccole imprese commerciali ubicate nei Comuni non costieri.
    Le agevolazioni consistono in contributi a fondo perduto e/o in conto interesse, ma anche in forme di vantaggio nell'accesso al credito, e i criteri per la loro concessione saranno stabiliti con delibera della Giunta regionale, sentiti ANCI Liguria e le Associazioni di Categoria delle imprese commerciali maggiormente rappresentative a livello regionale.
    Le misure agevolative verranno finanziate tramite una quota della dotazione del "Fondo per il sostegno alle piccole imprese commerciali", previsto dall'articolo 5 della l.r. 3/2008 e gestito da Filse S.p.A.
    L'aritcolo 1 del DDL dà la definizione di Comuni non costieri.
    L'articolo 2 del DDL apporta una modifica all'articolo 3 della l.r. 3/2008, al fine di rendere possibile l'utilizzo del Fondo di cui all'articolo 5 per il finanziamento delle agevolazioni in argomento.
    L'articolo 3 del DDL inserisce un autonomo Titolo all'interno della l.r. 3/2008 sul sostegno alle attività commerciali, destinato appunto gli interventi di sostegno della rete distributiva nei Comuni non costieri. Il nuovo Titolo (Titolo VII bis) contiene 2 articoli:
        l'articolo 24 bis, che indica le finalità della legge e prevede le tipologie di agevolazione;
        l'articolo 24 ter, che specifica ulteriormente le caratteristiche degli interventi agevolativi, e altresì dei territori ammessi alle agevolazioni. Esso prevede inoltre il coinvolgimento dei ANCI e delle Associazioni di categoria nella definizione  delle modalità attuative.
        l'ultimo comma prevede che  le agevolazioni siano finanziate treamite una quota della dotazione del "Fondo per il sostegno alle piccole imprese commerciali", quota che spetta alla Giunta regionale annualmente stabilire.
        l'articolo 4 contiene la norma finanziaria.
    06/11/2015
  • Sito dell'Unione dei Comuni Montani dell’Alta Val d’Aveto

    E' on line il nuovo sito dell'Unione.

    Gli uffici sono già in attività

    ed è pertanto possibile consultare l'Albo Pretorio OnLine

    cliccando qui

     

    20/07/2015